Sorint non molla – Responsabilità Creativa

In questi ultimi 100 giorni ci siamo trovati ad affrontare un cambiamento radicale nel nostro modo di vivere. Ora ci stiamo avviando verso la costruzione di una nuova normalità, in convivenza con il virus ed in cui la responsabilità di ciascuno giocherà un ruolo fondamentale.

Come Sorint vorremmo ringraziare tutte le persone che in prima linea hanno fronteggiato l’emergenza, specialmente nel nostro territorio di Bergamo, così fortemente colpito! Grazie!

Trovandoci di fronte ad una situazione eccezionale ed inedita anche il nostro modo di lavorare, le scadenze e le pianificazioni, non possono necessariamente seguire gli andamenti prefissati, ma ci siamo impegnati a portare avanti gli obiettivi, quasi sempre con successo!

Per i nostri colleghi

Dalla settimana del 23 febbraio tutte le persone di Sorint hanno iniziato a lavorare da casa, laddove non ci fossero impedimenti.

Abbiamo provveduto alla messa in sicurezza di tutte le nostre sedi tramite procedure di igienizzazione e sanificazione, tramite il tracciamento di percorsi che garantiscano il distanziamento, stiamo effettuando i controlli della temperatura di tutti gli accessi alle sedi e mettiamo a disposizione del personale mascherine chirurgiche e gel igienizzante.

Inoltre, abbiamo implementato i nostri tool di comunicazione interna per rendere più agile il lavoro da remoto, utilizzando tutti strumenti open source o sviluppati in questo periodo.

Ma non solo, su iniziativa delle persone di Sorint abbiamo istituito una banca ore, messe a disposizione per i colleghi che per necessità famigliari e personali avessero bisogno di giornate libere, senza dover usufruire di cassa integrazione o permessi non retribuiti.

Per le nostre comunità

Questa emergenza ci ha permesso di dimostrare che con la partecipazione e la condivisione si può fare tanto!

Proprio per questo ci piace condividere i traguardi che grazie alla generosità di tutte le persone di Sorint abbiamo raggiunto e il contributo che abbiamo potuto dare alla nostra Comunità:

Abbiamo donato 40 tablet agli ospedali Papa Giovanni XXIII di Bergamo e Policlinico Ca’ Granda di Milano.
Abbiamo donato una macchina per disinfettare e igienizzare i camici per l’Hospital Universitario Severo Ochoa di Madrid e abbiamo sostenuto la Croce Rossa Italiana nella fase più acuta dell’emergenza.
Per il mese di maggio invece abbiamo deciso di sostenere l’Istituto Mario Negri, eccellenza bergamasca, impegnato nella ricerca di un vaccino per contrastare il Covid-19.
Abbiamo anche messo a disposizione delle istituzioni le nostre competenze informatiche.

Per i nostri clienti

Vorremmo ringraziare anche tutti i nostri clienti che hanno riconosciuto il duro lavoro e la passione dimostrata dai colleghi anche in una situazione complessa come quella appena vissuta.
Ci siamo impegnati ad erogare senza interruzioni tutti i servizi ed il supporto a tutti i clienti, attenendoci scrupolosamente alle indicazioni delle autorità.
Attuando i protocolli previsti dal nostro Business Continuity Plan e grazie all’impegno di tutti i SORINTiani, siamo riusciti a rimanere operativi al 100% nonostante l’emergenza, abbiamo infine potenziato ulteriormente tutti quei servizi utili ai nostri clienti per fronteggiare e mitigare l’impatto del coronavirus sul nostro business.

Vogliamo portare avanti il nostro impegno verso i clienti, la comunità e le nostre persone anche quando questa situazione si sarà risolta perché mai come in questo momento abbiamo dimostrato che i valori di condivisione e partecipazione, insieme ad un atteggiamento di resilienza, in situazioni complicate come questa fanno la differenza!#BEPARTOFthenewIT

Luca Pedrazzini

General Manager Sorint.Lab